Trekking multisensoriale: “Grande Guerra”

6 Giorni

Panoramica

Da Castelmonte al monte Matajur, sui campi di battaglia dello sfondamento di Caporetto. Parti con noi per un percorso di eccezionale interesse storico e naturalistico, nel cuore delle Prealpi Giulie, a cavallo del confine italo-sloveno.

Diario di Viaggio

Nel primo pomeriggio la guida accompagnatrice vi aspetta alla stazione dei treni di Cividale e in minibus ci si trasferisce a Castelmonte. Visita al Santuario Mariano di Castelmonte, luogo sacro già importante durante il patriarcato aquileiese e oggi uno dei maggiori santuari della nostra regione. Seguendo il sentiero Walk of Peace raggiungiamo il luogo di interesse del Monte Spig, segnato da trinceramenti, postazioni d’artiglieria in caverna e siti come l’impressionante “Buse dal Diàul” censita da Ardito Desio. Da qui raggiungiamo il nostro primo ristoro per la cena e il pernottamento.

Dislivello positivo: 110 m ca

Dislivello negativo: 120 m ca

Distanza: 2.5 km ca

Prima colazione in struttura. Con non difficili saliscendi, lambiamo la Chiesa di San Nicolò e le lapidi originali che ricordano i caduti tedeschi del 27 ottobre 1917. Per il sentiero panoramico sulla valle dello Judrio raggiungiamo il “percorso botanico de “I prati di Tribil – Tarbijske planine”. L’unicità dei prati del Planino risiede nella loro estensione, nei colori e nei profumi: i prati sono uno scrigno di biodiversità, dove si incrociano piante con provenienze ed esigenze ecologiche diverse, formando delle comunità uniche sia per numero di specie sia per valenza naturalistica. Il Planino è un sito particolarmente significativo per la presenza di orchidee spontanee, nell’area ne sono state censite oltre 15 specie. Daremo uno sguardo alla Kamenica, caratterizzata da una grossa pietra dalla quale ne è derivato il nome, luogo simbolo per gli abitanti delle Valli, dove festeggiavano la loro appartenenza alla cultura slovena. Attraverso boschi rupestri a carpino nero si raggiunge la chiesa votiva di San Giovanni per una salita al suo campanile che domina le vallate e le Alpi Giulie. Dopo un momento di ristoro si continua fino all’articolata postazione per mitragliatrici in caverna di Località Klance e attraverso la “porta Urataca”, testimone dei venditori ambulanti della “Schiavonia Veneta”, rggiungiamo Tribil di Sopra, dove ceniamo e pernottiamo.

Dislivello positivo: 450 m ca

Dislivello negativo: 410 m ca

Distanza: 12 km ca

Prima colazione in struttura. Inauguriamo la mattinata con la bella salita del Monte Cum, caposaldo dell’artiglieria italiana visitato dal Re d’Italia, sito trincerato e teatro di aspri combattimenti fra il 25 e il 26 ottobre 1917. Attenendosi al crinale, si supera il monumento cimiteriale di San Volfango, riuscendo a Clabuzzaro. Da qui si sale sul Monte La Cima, ampiamente munito di caverne, trincee e nidi per mitragliatrici. Il 25 ottobre 1917 fu teatro di battaglia. Rientriamo in struttura per la cena e il pernottamento.

Dislivello positivo: 580 m ca

Dislivello negativo: 280 m ca

Distanza: 10 km ca

Prima colazione in struttura. Presso Passo Solarie onoriamo il monumento a Riccardo Giusto, alpino del Battaglione “Cividale”, classe 1895, primo italiano caduto in combattimento nel conflitto 1915-18. Proseguiamo per il sentiero Walk of Peace che incrocia più volte il confine italo-sloveno nel scollinare le alture del Kolovrat: il Podklabuc, Passo Zagradan, Monte Piatto, Passo Naverco e Monte Nagnoj. Ci troviamo su un teatro determinante dello sfondamento di Caporetto, dove operò anche l’allora Tenente Erwin Rommel. Il comprensorio rappresenta un vero e proprio museo all’aperto transfrontaliero, ricco di trinceramenti, casermaggi, gallerie, strutture e particolarità come il graffito del 1° Reggimento Genio Zappatori. Pranzo al sacco. Dal Kolovrat scendiamo a Livek per poi risalire ad Avsa per la cena e il pernottamento presso in agriturismo. 

Dislivello positivo: 420 m ca

Dislivello negativo: 490 m ca

Distanza: 10.5 km ca

Prima colazione in struttura. La parte finale del percorso ci porta sulla panoramicissima vetta del Matajur, il re delle Prealpi Giulie. Con questa salita ripercorriamo le tracce dei Gebirge di Rommel, dei soldati slesiani e dei fanti della Brigata “Salerno”, interpretando sul terreno le vicende occorse nelle note giornate caporettiane, affrontando il Matajur da Avsa, sul versante orientale. Oltre a visitare i possenti trinceramenti della 4^ linea italiana alla base del monte, durante la salita ci troveremo proprio su uno dei teatri della rotta di Caporetto. Pranzo al sacco. Dalla bella vetta del Matajur manca solo una facile discesa, circa 40 minuti, per la cena e il pernottamento in rifugio. 

Dislivello positivo: 810 m ca

Dislivello negativo: 360 m ca

Distanza: 7 km ca

Prima colazione in struttura. Dal rifugio, lambendo le pendici del Matajur, ci portiamo verso le Marsinske planine e per il sentiero nel bosco raggiungiamo il paese di San Pietro al Natisone a conclusione della nostra magnifica esperienza con un pranzo in osteria. Poi in minibus andremo alla stazione di Cividale per un arrivederci al prossimo itinerario, con indosso gli scarponcini da trekking, in Friuli Venezia Giulia!

Dislivello positivo: 75 m ca

Dislivello negativo: 1240 m ca

Distanza: 13 km ca

 

L’ordine delle visite potrà subire dei cambiamenti per garantire l’ottimale svolgimento del programma.

Quota di partecipazione

Quota di partecipazione € 1050,00
(Minimo 6 – massimo 8 partecipanti)
Supplemento facoltativo per persona per accompagnatore in loco € 360,00
(Si prevede un accompagnatore per massimo due persone, a disposizione per l’intera giornata fino a ora di cena. Al momento sono disponibili n° 2 accompagnatori locali)

Info Utili

La quota comprende

  • - trasporto in minibus 9 posti il primo giorno dalla stazione di Cividale alla prima tappa, il terzo giorno per raggiungere il punto di partenza del tour a piedi e rientrare poi in struttura, l’ultimo giorno dall’osteria alla stazione di Cividale;
  • - sistemazione negli alloggi proposti, in camere multiple, con servizi condivisi;
  • - trattamento di mezza pensione, bevande incluse (nella misura di ½ l acqua e ¼ l vino);
  • - servizio di trasporto bagagli da una struttura all’altra;
  • - 4 pranzi a pic-nic e 1 in osteria tipica, bevande incluse;
  • - accompagnamento di una guida naturalistica per tutte le sei giornate;
  • - assicurazione medico-bagaglio.

La quota non comprende

  • - i trasferimenti in treno da/per Cividale;
  • - gli ingressi;
  • - l’assicurazione annullamento pari al 5% del costo del viaggio;
  • - l’accompagnamento in loco;
  • - le mance;
  • - gli extra di carattere personale e tutto quanto non specificato sotto la voce: la "QUOTA COMPRENDE.
Entro quando devo iscrivermi?

Iscrizioni e saldo entro il 28/06/2024 fino ad esaurimento posti,
contattando Luigia cell. 348/3056471 – luigia@flumenviaggi.it

Alloggio proposto o similari:

22-23 luglio (1 notte): Locanda Al Trivio, San Leonardo UD
23-25 luglio (2 notti): Albergo Diffuso Valli del Natisone, Clodig (UD)
25-26 luglio (1 notte): Agriturismo Jelov Breg a Kobarid, Slovenia
26-27 luglio (1 notte): Rifugio Pelizzo, Savogna (UD)

Note organizzative:

Escursione priva di difficoltà alpinistiche, che richiede un certo allenamento/buone
condizioni fisiche, scarponi, torcia elettrica, abbigliamento da trekking. Si
prevedono 8 ore di camminata giornaliere (visite tematiche incluse) con dislivelli in
salita variabili dai 300 agli 800 metri e lunghezze tra i 10 e i 15 km.

Scarica allegati
In questa sezione potrai scaricare tutti gli allegati di viaggio
TREKKING-SULLE-TRACCE-DELLA-GRANDE-GUERRA.docx-1.txt Download
TREKKING-SULLE-TRACCE-DELLA-GRANDE-GUERRA-1.pdf Download

Puoi inviare la tua richiesta tramite il modulo sottostante.

Trekking multisensoriale: “Grande Guerra”
A partire da €1.050
/ Adulto
A partire da €1.050
/ Adulto